Dal Paesaggio in Biblioteca alla prima “Biblioteca del Paesaggio” d’Italia

Il logo della "Biblioteca del Paesaggio"

Il logo della “Biblioteca del Paesaggio”

È stato decisamente positivo il bilancio della serata tenuta Giovedì 23 aprile presso la sala conferenze di Palazzo Tupputi a Bisceglie. In un’aula gremita di gente, l’evento, organizzato in occasione della Giornata Mondiale del Libro, nell’ambito della terza edizione del “Paesaggio in Biblioteca”, ha visto avvicendarsi tre graditissimi ospiti: Domenico Finiguerra, ex sindaco del comune di Cassinetta di Lugagnano, nonché cofondatore del Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio ed autore del libro “8 mq al secondo”; Giuseppe Armenise, scrittore e giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, autore del romanzo “Pane e amianto”; Giuseppe D’Angelo, presidente l’Ordine Provinciale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori. Il giornalista di Altreconomia Luca Martinelli, che avrebbe dovuto moderare gli interventi degli ospiti, ha deciso di abbandonare anzitempo la sala, dopo aver appreso della morte dell’amico cooperante Giovanni Lo Porto, ferito a morte in Pakistan dal fuoco amico di un drone americano. Tra gli uditori, il Sindaco Francesco Spina, il Vicesindaco Vittorio Fata, gli assessori Vittoria Sasso e Doriana Stoico. Il Sindaco, dopo una breve presentazione, ha disertato l’incontro, seguito poco dopo dai colleghi di giunta, tra il rammarico di chi avrebbe voluto assistere ad un costruttivo dialogo tra gli illustri ospiti e i rappresentanti delle istituzioni. A salvare la rappresentanza del Comune ci ha pensato l’ottima Giorgia Preziosa, consigliera di maggioranza con delega alla gestione della biblioteca comunale, che ha accolto con entusiasmo la donazione dei quattordici volumi tematici (ambiente, paesaggio, beni culturali e urbanistica) che Bisceglie Vecchia Extramoenia, il Club Unesco e Circolo dei Lettori hanno devoluto alla biblioteca comunale (QUI per consultare i titoli dei testi donati).

La discussione ha preso le mosse dalla testimonianza di Domenico Finiguerra che, da sindaco del piccolo comune lombardo di Cassinetta di Lugagnano,  ha varato (primo in Italia) un Piano Regolatore a consumo zero di suolo, tutto incentrato sul riuso e la trasformazione del patrimonio esistente; l’esempio ha poi ispirato municipi più grandi, tra cui la città di Desio (quarantamila abitanti) il cui consiglio comunale ha deliberato la riconversione agricola di aree già previste edificabili dal vigente documento urbanistico.

La conferenza si è poi spostata sull’approvazione dello scellerato “Sblocca Italia” ribattezzato “Rottama Italia”, decreto  recentemente varato dal governo Renzi, che ha definitivamente ipotecato la programmazione urbanistica e la tutela del paesaggio in Italia, prevedendo numerose deroghe alla normativa vigente, in spregio ai dettami previsti dalla Costituzione. A questo proposito, il giornalista Armenise e l’architetto D’Angelo, partendo ciascuno dala propria esperienza, sono apparsi sostanzialmente concordi nel tracciare un quadro fosco sui reali pericoli che lo “Sblocca Italia” e, più in generale, le riforme urbanistiche avviate negli ultimi anni stanno arrecando al nostro territorio.

A conclusione della serata, gli attivisti di Bisceglie Vecchia Extramoenia hanno colto l’occasione per presentare il logo del progetto della prima “Biblioteca del Paesaggio” d’Italia, nata partendo dalla dotazione di una quarantina di libri tematici in possesso della biblioteca comunale di Bisceglie, frutto delle donazioni avvenute durante le precedenti edizioni dell’evento. L’iniziativa nasce con l’intento di identificare e rendere accessibile la conoscenza multidisciplinare, oggi frammentata, di quello che viene definito genericamente “paesaggio”, ma che rappresenta, di fatto, un caso particolare di bene comune. Ispiratore del progetto, il magistrale lavoro di Paolo Maddalena, già Vicepresidente emerito della Corte Costituzionale ed ospite di BVE nell’ultima edizione di “Libri nel Borgo Antico”; Maddalena, insieme a Salvatore Settis, ha riabilitato il valore dei beni comuni, rintracciandone il fondamento nella Costituzione e riattribuendone, da un punto di vista giuridico, l’assoluta preminenza rispetto alla libera iniziativa economica privata. Il progetto “Biblioteca del Paesaggio” ambisce cosi a creare una rete di biblioteche su tutto il territorio nazionale che, sotto il cappello del nuovo logo, si avvale del prezioso coinvolgimento di comitati e associazioni locali le quali, tramite l’atto di donazione, promuvano l’iniziativa, consci che solo una conoscenza libera e condivisa  possa garantire la tutela della vita democratica del nostro Paese.

Il gruppo di lavoro ha creato un nuovo sito internet www.bibliotechedelpaesaggio.it (al momento in costruzione) finalizzato a promuovere le iniziative della futura rete delle Biblioteche del Paesaggio. Chiunque fosse interessato a collaborare al progetto o intendesse aderivi come biblioteca pubblica può scriverci ad info@bisceglievex.it.

Davide Di Tullio

contatori

I Commenti sono chiusi

——- NOI ADERIAMO A ——-
———- SOSTIENICI ———
———– SEGNALA ———–