Archivio di luglio 2015

Lettera aperta alle opposizioni

loghetto-BVELa nostra associazione è da tempo impegnata a monitorare l’operato degli organi amministrativi che governano Bisceglie. Riteniamo di aver strenuamente denunciato tutti gli episodi che crediamo rientrare nella più ampia categoria della “cattiva politica”, poiché riconosciamo in essa il principio ultimo dello sfacelo civile, sociale ed ambientale nella nostra città.

La nostra attività può, nel senso etimologico del termine, qualificarsi come “politica”, poiché attiene al governo della città. In quest’ottica, qualsiasi attacco teso a squalificare l’attività di BVE come “faziosa” rappresenta il tentativo retorico di una classe di governo che ha difficoltà a valutare il proprio operato e, ove necessario, intervenire per correggerne il tiro. Non possiamo, quindi, nascondere la delusione nei confronti della maggioranza di Consiglio, che pare aver rinunciato al ruolo di rappresentanza di quella maggioranza di cittadini che gli ha conferito la delega all’amministrazione della città. Praticamente silente su quasi tutte le questioni più rilevanti, questa maggioranza sembra, infatti, aver abdicato, lasciando mano libero all’intervento del Sindaco che, come primus inter pares, ha adottato un piglio decisionista di sicura presa mediatica, guardandosi bene, tuttavia, dal puntare diritto al cuore “nero” di alcuni problemi legati alla cura e alla gestione del nostro territorio.

Ci rivolgiamo pertanto alle opposizioni affinché possano traghettare nella sede più consona del Consiglio Comunale la discussione dei seguenti punti:

  • L’approvazione del nuovo Piano Urbanistico Generale. Se ne parla da sette anni, ma si continua ancora a costruire sulla base del Piano Regolatore vigente, datato 1977. Sarebbe opportuno che i cittadini conoscano il motivo della procrastinazione del provvedimento, oltre che discutere nel merito del nuovo documento urbanistico;
  • Rilancio del Centro Storico. Questo ambizioso obiettivo passa dalla discussione di una serie di questioni tra  cui: l’attivazione della ZTL e l’istituzione di aree pedonali entro le mura del Borgo; la gestione del patrimonio di case popolari localizzate nel Centro Storico, affrontando il nodo delle occupazioni abusive degli immobili di proprietà comunale; contrasto degli abusi edilizi compiuti a seguito della ristrutturazione di immobili storici, tramite il sanzionamento degli illeciti ed i ripristino dei luoghi; lotta al degrado e alla microcriminalità.
  • Lotta alla cementificazione dell’agro biscegliese, minacciato dai progetti di urbanizzazione dell’aria     produttiva in via Lama di Macina   e dalla costruzione di un albergo nei pressi di casale San Nicola.
  • Rilancio del patrimonio immobiliare storico extramoenia.
  • Tutela del verde pubblico, che si è palesemente rinunciato a gestire tramite un serio e completo piano di valorizzazione, con risultati disastrosi.

Per tutto quanto sopra esposto, attendiamo con ansia risposte puntuali e circostanziate. Il silenzio verrà interpretato come una sostanziale condivisione dell’operato di questa maggioranza, i cui risultati paiono ben lontani dal ritenersi soddisfacenti.

Associazione Bisceglie Vecchia Extramoenia



contatori

——- NOI ADERIAMO A ——-
———- SOSTIENICI ———
—— NUOVO SERVIZIO —–
———– SEGNALA ———–