Attività

Troverete qui di seguito un elenco dettagliato delle attività intraprese dall’associazione BVE sin dalla sua costitiuzione nel marzo 2012.

  • 23 aprile 2015: BVE organizza, insieme al Club Unesco e il Circolo dei Lettori, la III° edizione dell’evento “Il paesaggio in Biblioteca”. L’occasione è quella della Giornata Mondiale del Libro e verrà colta annunciando la nascita della prima Biblioteca del Paesaggio d’Italia, che può contare sulla dotazione di una quarantina di libri tematici donati nel corso degli anni (vedi QUI).
  • 13 aprile 2015: BVE chiede formalmente al Comune di Bisceglie di partecipare alla conferenza di servizi organizzata per decidere sul via libera alla richiesta della “Casale San Nicola srl” di approvare una variante al PRG ed ottenere il P.d.C. per un albergo da edificare nei pressi dell’antico casale di San Nicola.
  • 7 dicembre 2014: BVE aderisce all’iniziativa di Salviamo il Paesaggio promuovendo una petizione finalizzata alla pedonalizzazione del lungomare di via Nazario Sauro e all’attivazione della ZTL nel Centro Storico di Bisceglie.
  • 14 novemre 2014: insieme alle associazioni Biciliae e Puglia Scoperta, BVE richiede alla Sovrintendenza la rimozione della targa che commemora l’innugurazione del Waterfront riqualificato, apposta sulla “Torretta della Finanza”, deturpandola.
  • 7 ottobre 2014: BVE invia una lettera d’intimazione alla sospensione dei lavori di urbanizzazione primaria in zona agricola attigua a via Lama di Macina, dov’è prevista la nuova area produttiva; l’intervento è finalizzato ad ostacolare la cementificazione di una vasta porzione di suolo agricolo, caratterizzato dalla presenza dei caratteri tipici del paesaggio rurale pugliese.
  • 31 agosto 2014: nell’ambito della manifestazione “Libri nel Borgo Antico”, ci facciamo promotori della presentazione dell’ultimo libro del prof. Paolo Maddalena, “Il territorio Bene comune degli Italiani”.
  • 30 luglio 2014: presentate le nostre corpose “osservazioni” alla variante di adeguamento del PRG al PUTT/P Puglia, che possono essere visionate QUI.
  • giugno 2014: sul numero 161 della rivista indipendente “Altreconomia”, nell’ambito di un articolo sui caselli autostradali previsti in Italia, il giornalista Luca Martinelli intervista la nostra associazione.
  • maggio 2014: appoggio pubblico all’associazione “Puglia Scoperta” per la battaglia di visibilità della settecentesca Villa Fiori, monumento nazionale occultato da un muro e un box degli anni ’50.
  • maggio 2014: apprendiamo ufficialmente che la nostra richiesta di partecipazione alla Consulta per il Centro Storico è stata accolta. Peppo Ruggieri sarà colui che vi prenderà parte, in quanto designato dal Consiglio Direttivo.
  • 23 aprile 2014: in occasione della “Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore” abbiamo rinnovato, come l’anno precedente, la donazione alla Biblioteca Comunale di libri a tema paesaggio, ambiente, beni culturali e tutela del territorio e l’abbonamento alla rivista “Altreconomia”. Partner, ancora una volta, il Club UNESCo di Bisceglie, il Circolo dei Lettori-Presidi del Libro e il Comune di Bisceglie con il Patrocinio e la presenza all’evento del vice-Sindaco avv. Fata e dell’Assessore all’Istruzione Vittoria Sasso. Info: http://www.bisceglievex.it/2014/04/11/giornata-mondiale-unesco-del-libro-e-del-diritto-dautore-seconda-edizione/
  • 23 marzo 2014: viene ospitato, insieme al comitato locale “Salviamo il Paesaggio”, il giornalista Luca Martinelli per la presentazione, presso la libreria “Vesparossa Store”, della seconda edizione del libro “Salviamo il Paesaggio”, in cui è citata anche la nostra associazione. Il video della serata è disponibile qui: (link a breve).
  • 14 marzo 2014: viene pubblicata la nostra inchiesta-verità sui 300 alberi che il comune dice di aver piantato, notizia che ha avuto un grande risalto sulla stampa locale. La nostra inchiesta però, non piace e non viene pubblicata da nessuno di quei giornali (la “Gazzetta del Mezzogiorno” ne da notizia stranamente sotto forma di “Lettera al Giornale” anziché inchiesta e oltre un mese dopo “Bisceglie in Diretta” ne da una striminzita versione sul numero cartaceo di aprile 2014): http://www.bisceglievex.it/2014/03/14/il-comune-e-la-bufala-dei-300-alberi/
  • marzo 2014: riceviamo un singolare ricorso da parte dei proprietari dell’immobile neoclassico di fine ottocento di via Camere del Capitolo (per  la cui salvaguardia, ci siamo spesi). Il ricorso, presso il Tribunale Amministrativo Regionale, è contro noi, il Comune e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. La singolarità, che gli avvocati (avv.ti Marella) dei ricorrenti non ignorano affatto, sta nel fatto che l’associazione BVE non ha alcun potere amministrativo; quindi è inutilmente tirata in ballo in un ricorso che, nato probabilmente con il fallimentare intento di impressionarci, ci costerà € 500,00 (da raccogliere, come sempre, tra i nostri sostenitori). Una cifra che servirà a coprire giusto i bolli e le altre spese vive (la difesa, gratuita, è dell’avvocato Gianni Rigante di Bisceglie).
  • Marzo 2013: in seno al “Comitato per la difesa di Piazza San Francesco”, elaboriamo una richiesta di tutela che viene inviata alla competente Soprintendenza. La tutela è nei confronti di un disastroso ed inconcepibile piano di “riqualificazione”, avallato dal Comune per accontentare le richieste di sfruttamento da parte del comitato (lobby) di commercianti “Bisceglieviva”. Il progetto, proposto dallo stesso comitato, avrebbe previsto il taglio di alcune querce sane e adulte, e la trasformazione dell’assetto storico documentato.
  • 21 Novembre 2013: nell’ambito della settimana UNESCO, organizzazione incontro pubblico presso l’ex Monastero Santa Croce su “Paesaggio e Architettura Industriale”, con il Prof. Arch. Antonio Monte, esperto Architetto dal vasto curriculum, impiegato presso l’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del CNR di Lecce, coordinatore regionale dell’AIPAI (Associazione Italiana Patrimonio Archeologico Industriale), docente del corso di Architettura del Paesaggio e del Patrimonio Industriale presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera e del Master in Conservazione, Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Industriale, presso l’Università di Padova.
  • Novembre 2013: citazione della nostra attività su “L’espresso” del 1 novembre. Non si cita direttamente BVE ma si menziona l’iniziativa sin dal titolo e si rimanda al libro.
  • Ottobre 2013: nostro appello ad agire in anticipo in merito al batterio degli ulivi “Xylella fastidiosa”, riportato dalla stampa locale, inviato a Sindaco, Assessore al Verde Pubblico e Confagricoltura Bisceglie.
  • Ottobre 2013: consegna di oltre 1000 firme al Sindaco di Bisceglie ed al Soprintendente per i Beni Architettonici, raccolte nell’ambito della nostra campagna in difesa di un immobile di metà ottocento in stile “neoclassico” in via Camere del Capitolo 14.
  • Ottobre 2013: presentazione delle nostre “osservazioni” al piano di lottizzazione delle “aree ex Zona F” per servizi ospedalieri, al fine della conservazione di una masseria di campagna in pietra e tufo del secolo scorso: il Sindaco ci anticipa di averle recepite.
  • Ottobre 2013: sul numero 42 del 16 ottobre 2013 del noto settimanale femminile “Donna Moderna” (tiratura media nazionale: 366.813/settimana) si racconta di noi insieme a d altre 6 realtà associative, scelte tra le 25 raccontate nel libro “Salviamo il Paesaggio”.
  • Luglio 2013: da questo mese rubrica fissa sulla versione cartacea del mensile Bisceglie in Diretta.
  • Luglio 2013: esce questo mese la seconda edizione, rivista e aggiornata, del volumetto “Salviamo il Paesaggio” del giornalista Luca Martinelli (ed. Altreconomia). Insieme alla prefazione di Carlo Petrini (presidente e fondatore di Slow Food), sono raccontate 25 esperienze di comitati ed associazioni italiane che si battono in difesa del territorio in maniera originale ed efficace: veniamo scelti anche noi;
  • 10 maggio 2013: Luca Matrtinelli ci cita in radio, non come BVE ma come comitato di Salviamo il Paesaggio di Bisceglie! https://soundcloud.com/radiocittadelcapo/lappello-contro-il-consumo-di
  • Aprile 2013: comparsa sulle riviste ufficiali nazionali di Legambiente (“La Nuova Ecologia”) e Wwf Italia (“Panda”) della nostra denuncia sul taglio eccessivo ed ingiustificato di numerosi Pini in Via Della Libertà: una “figuraccia nazionale”;
  • Aprile 2013: promozione di una “Sottoscrizione Pubblica di Impegno” di alcuni punti ed iniziative in difesa del paesaggio biscegliese da espletare in caso di elezione da parte dei candidati alle elezioni comunali di maggio, raccogliendo quasi 50 adesioni;
  • Aprile 2013: nella “Giornata Mondiale del Libro” il 23 aprile 2013, grazie alla partecipazione del “Presidio del Libro”, del “Club Unesco” locali e di alcuni cittadini, abbiamo donato alla Biblioteca Comunale tredici libri a carattere paesaggistico e ambientalista e l’abbonamento annuale alla rivista “Altreconomia”;
  • Marzo 2013: denuncia del pericolo di sostituzione edilizia di un immobile in stile neoclassico di metà ottocento, lanciando una raccolta firme e bloccando il progetto, per interessamento della Soprintendenza e del Comune; il dibattito in città si fa animato. Questo splendido esempio di edilizia civile datato 1854 rischia di scomparire definitivamente a causa di un intervento di sostituzione edilizia. L’impresa Edil Rossi S.r.l., proprietaria dell’immobile, ha previsto l’abbattimento dell’intero isolato per far posto ad un condominio di sette piani localizzato tra via Piave e Via Camere del Capitolo, in un area già fortemente compromessa, non lontana dal centro storico. Oltre a rappresentare una perdita per la storia urbanistica della città extramoenia, questo intervento aggraverebbe una situazione di degrado e congestione che già riguarda questa porzione di città. BVE ha intrapreso da circa un anno una battaglia serrata per impedire che questo abbattimento venga eseguito: è stata organizzata una petizione on line, banchetti per la raccolta firma, pubblicati articoli sulle principali testate giornalistiche della città. L’obiettivo è di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica e convincere la Sovrintendenza a riconoscere a questo palazzo lo status di bene d’interesse storico-artistico.
  • Febbraio 2013: denuncia alla Polizia Municipale e ad altri organi del taglio di decine di pini sani e adulti in via Della Libertà, compreso l’invito ai cittadini a mandare una mail al Sindaco, che interviene per bloccare, solo temporaneamente, il taglio; lo sdegno dei cittadini, si traduce in numerosi attestazioni di solidarietà a BVE. Nel febbraio del 2013, con un’inspiegabile rapidità e senza alcun preavviso, vengono abbattuti decine di storici pini in via della Libertà. BVE, grazie anche alla segnalazione di alcuni cittadini, interviene prontamente interpellando i vigili urbani. I lavori verranno sospesi e poi ripresi, dopo le verifiche del caso. Giustificati con la necessità di garantire la pubblica incolumità (le radici dei pini, infatti, hanno deformato parte del manto stradale) e con la creazione di un marciapiede, i lavori hanno portato all’espianto deglie esemplari più sporgenti.  Resta il vuoto dei pini estirpari ed una strada che rimane difficilmente percorribile da pedoni e biciclette. BVE ha comumque fatto un esposto alle autorità competenti.
  • Gennaio 2013: oggi inviato alla stampa l’appello sugli ulivi da chiedere alla Italferr, con parere allegato delle ragazze dello studio di Cesena Street.
  • Gennaio 2013: denunciato alla Soprintendenza della mancata tutela e dell’abbattimento di parte di Villa Logoluso/Di Pierro in via Sant’Andrea. Pregevole esempio di stile neoclassico di fine ottocento, ha acquisito lo status di bene di interesse storico artistico grazie al vincolo ministeriale. Il provvedimento è stato possibile grazie all’intervento congiunto di BVE e dell’associazione Puglia Scoperta. L’immobile, infatti, era minacciato dalla speculazione edilizia che ha comunque seguito il suo corso nell’area di pertinenza della villa stessa. Sono cominciati  gli interventi preliminari alla costruzione di un condominio di sei piani e che ha già comportato l’abbattimento di un vecchio frantoio epigeo, successivo alla costruzione della villa, ma comunque strutturalmente integrato alla stessa. La crisi economica ha dato uno schiaffo morale e finanziario agli speculatori spericolati dell’impresa “Costruzioni San Francesco (di Belgiovine e Palmieri): al novembre 2013, nulla è seguito alla demolizione e allo scavo iniziale, ed il cantiere ha la forma di una enorme ferita aperta al suolo e alla storia cittadina.
  • Dicembre 2012: dopo 7 anni di battaglia pre-associativa, arriva la tutela del casale settecentesco e del frantoio ipogeo di Via Volta “le pagliarole”, straordinario esempio di archeologia industriale minacciato fino all’ultimo dalle ruspe. Dopo una battaglia durata anni, il complesso ha ottenuto il vincolo ministeriale. BVE è riuscito a sventare l’ennesimo colpo al patrimonio storico cittadino, impedendo l’abbattimento dello storico casale, per far posto ad un anonimo condominio. La ditta Ar.Co. S.r.l: che avrebbe eseguito l’intervento, ha recentemente impugnato il vincolo presso il TAR Puglia.  Il vincolo ha suscitato diverse polemiche, soprattutto da parte delle decine di proprietari che ritengono di aver perduto un occasione importante di guadagno. A questo proposito BVE, insieme ad altre realtà associative locali, sta organizzando un incontro in cui si cercherà di discutere delle opzioni di riutilizzo proficuo di questo immobile dislocato un punto strategico della città, con l’obiettivo di preservare l’esistente, valorizzando in maniera sostenibile gli spazi del casale e del Frantoio.
  • Novembre 2012: ci siamo opposti ed abbiamo denunciato agli organi competenti il taglio frettoloso di palme molto grandi (trentennali a Sant’andrea e quasi secolari in Piazza Vittorio Emanuele II) colpite dal Punteruolo Rosso a seguito della sospensione dei trattamenti e suggerito alcune alternative; contestualmente, abbiamo invitato un tecnico esterno (non biscegliese) e girato un video, per valutare la curabilità delle restanti piante;
  • Settembre 2012: inizio di un originale “Censimento del Non-Verde Pubblico” sulla pagina facebook Bisceglie SI PIANTA! (www.facebook.com/biscegliesipianta), ancora in corso, che culminerà con la consegna al Sindaco Spina e all’Assessore all’Ambiente di un album fotografico con le centinaia di alberi mancanti fotografati grazie all’aiuto dei cittadini;
  • Agosto 2012: lancio dell’iniziativa “Bisceglie Si Vende, Bisceglie Si Fitta”, il censimento cittadino degli immobili sfitti su facebook (www.facebook.com/biscegliesivende.biscegliesifitta), ancora in corso, seguito da centinaia di cittadini.
  • Luglio 2012: costituzione insieme ad altre coraggiose realtà locali il comitato cittadino del forum nazionale “Salviamo il Paesaggio”, con il quale stiamo effettuando il “Censimento della Pietra e del Tufo”;
  • Luglio 2012: intervento sulla stampa che ha contribuito a creare, insieme ad altre realtà associative locali, un’opinione collettiva che ha spinto il Sindaco a rinunciare ad un enorme parcheggio sotto Piazza Vittorio Emanuele II;
  • Aprile 2012: denuncia agli organi competenti (ottenendone l’interessamento) dei lavori su un sito importantissimo di archeologia industriale in via Isonzo/via Camera del Capitolo. Malgrado la delibera del Consiglio Comunale num. 149 del 22/11/2007 che tutela i frantoi ipogei presenti sul territorio comunale, nonostante le reiterate richieste di intervemto alla Sovrintendeza, ai Carabinieri e ai Vigili Urbani,  il frantoio ipogeo di via Isonzo (definito “trappeto sotterraneo” in un atto di compravendita datato 1918), viene abbattuto  per far posto all’ennesimo sagoma di cemento armato, opera della ditta So.Co.Bi. S.r.l.. L’intervento, eseguito illegittimanente violando la norma comunale e quella regionale che tutela le cavità sotterranee (la Legge Regionale 4 dicembre 2009, n. 33), insiste in un’area già fortemente congestionata con nuovi volumi che hanno inflitto un ulteriore colpo alla qualità urbanistica della nostra città.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

——- NOI ADERIAMO A ——-
———- SOSTIENICI ———
—— NUOVO SERVIZIO —–
———– SEGNALA ———–