Chi Siamo

L’associazione Bisceglie Vecchia Extramoenia ha lo scopo di recuperare, tutelare, valorizzare e rafforzare l’identità storica e culturale della Città di Bisceglie.

L’associazione, in particolare, intende tutelare e valorizzare:

  • il paesaggio ed il patrimonio culturale (con particolare riguardo ai beni immobili d’interesse artistico e storico) della Città, ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42;
  • la natura e l’ambiente nel territorio comunale, ai sensi del Codice dell’ambiente, di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 52 (con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi).

Il patrimonio architettonico e culturale che l’associazione intende tutelare e valorizzare è composto da:

cortili, corti, atri, frantoi ipogei ed epigei ed altri esempi di archeologia industriale, vie di comunicazione sotterranee, stalle e cantine sotterranee, fontane tradizionali, ville padronali, casali, muretti a secco, trulli, architetture rupestri, testimonianze preistoriche ed altre strutture fisiche assimilabili, siti nel territorio del Comune di Bisceglie.

Il patrimonio naturale ed ambientale che l’associazione intende tutelare e valorizzare è composto dal verde pubblico (con particolare riferimento agli esempi così detti “monumentali” o comunque storici di verde pubblico) e dal patrimonio geologico e speleologico, sia naturale che artificiale.

Per perseguire tali scopi, l’associazione intende svolgere le seguenti attività:

  • individuare, studiare, quantificare e rendere noti i fenomeni del consumo del territorio, delle sostituzioni edilizie di immobili storici nel territorio comunale extramurale, della macinazione dei trulli e degli antichi muretti a secco, dell’abbandono dei casali e delle ville padronali storiche, della scarsità di verde pubblico;
  • vigilare sul rispetto delle norme in materia di urbanistica, edilizia e ambiente;
  • formulare, nell’ambito del ruolo normativamente riconosciuto alle associazioni, proposte relative alla formazione degli strumenti urbanistici generali;
  • stimolare e proporre l’adozione di provvedimenti amministrativi (come, per esempio, vincoli di tutela) orientati al recupero ed alla valorizzazione dei beni storici, culturali ed ambientali suddetti;
  • elaborare studi, ricerche, piani di fattibilità e progetti di recupero relativi ai beni storici, culturali ed ambientali suddetti;
  • promuovere la realizzazione, ad opera di soggetti sia pubblici che privati, di musei, biblioteche, uffici, studi professionali, abitazioni private ed attività imprenditoriali ubicati nei beni storici e culturali suddetti;
  • individuare ed esaminare le fonti di finanziamento utili allo svolgimento delle attività suddette;
  • promuovere ed organizzare occasioni di incontro tra le persone (quali gite e raduni nell’agro) ispirate alle suddette finalità di tutela e valorizzazione;
  • realizzare percorsi ed itinerari turistici che valorizzino i beni storici, culturali ed ambientali suddetti;
  • organizzazione convegni, mostre, corsi, attività di formazione professionale, attività culturali nelle scuole, progetti educativi scolastici ed extra-scolastici, orientati alla tutela ed alla valorizzazione dei beni storici, culturali ed ambientali suddetti;
  • produrre strumenti audiovisivi e multimediali, documenti, articoli giornalistici e pubblicazioni utili a favorire l’approfondimento tecnico e culturale degli argomenti oggetto dell’attività sociale, ed a divulgarne la conoscenza presso un pubblico più vasto;
  • ottenere patrocini e riconoscimenti da parte di enti (locali, nazionali o internazionali), pubblici e privati, relativi alla salvaguardia dell’architettura antica ed alla ricerca storica locale.

Associazione costituitasi il 25 marzo 2012.

Consiglio direttivo:

  • Giuseppe Ruggieri. Dopo aver frequentato il corso di Scienze Naturali presso l’Università di Bari, ha scelto di intraprendere la sua carriera professionale presso il Corpo dei Vigili del Fuoco, dove attualmente lavora. Dal 2006 al 2010 ha collaborato con alcuni giornali locali. Otre ad occuparsi di tutela dell’edilizia storica locale, ha promosso alcune iniziative sui diritti civili a fianco dell’Associazione Luca Coscioni di cui è stato il referente per Bisceglie. Dal maggio 2014 è referente per la provincia BAT dell’associazione UAAR e fa parte della Consulta cittadina per il Centro Storico.
  • Davide Di TullioLaureato in Economia Ambientale presso L’Università degli Studi di Siena, ha proseguito la sua formazione nel campo della sostenibilità ambientale, energetica e sociale attraverso qualifiche post laurea, svolgendo una breve esperienza di tirocinio all’estero. Attualmente ricopre un ruolo in ambito marketing operativo presso un’ importante azienda energetica nazionale.
  • Valentina Ines StorelliLaureata in Lettere curriculum Editoria e Giornalismo presso l’Università di Bari, ha collaborato per il periodico locale “Il Biscegliese”. Attualmente frequenta il corso di Laurea magistrale in “Storia e gestione del patrimonio archivistico e bibliografico” presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia.

 

——- NOI ADERIAMO A ——-
———- SOSTIENICI ———
—— NUOVO SERVIZIO —–
———– SEGNALA ———–